Cosa fare se si rimane chiusi fuori casa?

Cosa fare se si rimane chiusi fuori casa?

Febbraio 18, 2022 Off Di Amelia

A chi non è mai capitato di rimanere chiuso fuori di casa? Prima o poi a tutti capita di dimenticare le chiavi di casa, oppure un colpo di vento improvviso o una chiave spezzata.

In questi casi, a meno che in casa non ci sia qualcuno che necessita di aiuto come un bambino o un anziano, non è necessario chiamare i vigili del fuoco, ma si può cercare di forzare in qualche modo la serratura, facendo attenzione a non danneggiarla.

Come rientrare in casa: metodi fai da te

Se vicino alla porta di casa c’è una finestra, si può cercare di forzare quella usando un cacciavite. Il cacciavite andrà inserito sotto il vetro della finestra, cercando di non danneggiare la cornice. In questo modo il vetro dovrebbe togliersi dalla sua sede abbastanza facilmente, e a quel punto potrete rientrare in casa. Chiaramente, però, se optate per questo metodo dovrete poi rimontare il vetro della finestra nella sua cornice.

Le serrature a scatto con la maniglia possono essere facilmente forzate con una tessera tipo carta di credito, che va inserita tra la porta e la cornice. La tessera va appoggiata sulla parte triangolare della serratura che punta verso la cornice, e poi spinta mentre si muove la maniglia. Quando si sente lo scatto della serratura, basterà abbassare la maniglia per aprire la porta, ma poi sarà necessario sostituire la serratura.

Il grande problema di questi metodi fai da te è che in ogni caso si provocano dei danni alla serratura, che richiederanno la sostituzione e l’intervento di un esperto. A questo punto, se non si riesce a contattare nessuno che abbia una copia delle chiavi, è meglio chiamare un fabbro in zona che apra la serratura con gli strumenti adatti.

Spesso accade che la paura di rimanere bloccati o il voler tentare di cavarsela da soli facciano più male che bene: è vero che l’intervento del fabbro ha un costo di manodopera, ma trovarsi a sostituire in toto la serratura è ancora più costoso.

Se si spingono le chiavi con troppa forza si rischia di spezzarle e doverle rifare, e allo stesso modo cercare di sfondare una porta può portare a ferirsi o a rompere altri oggetti. Se la porta è blindata, invece, qualsiasi sforzo sarà vano: del resto si tratta di porte create apposta per non essere aperte dall’esterno senza chiavi, quindi dovrete per forza rivolgervi ad un esperto e aspettare il suo intervento.

Cosa fare se la serratura è bloccata>/h2>

A volte accade di rimanere chiusi fuori casa non perché siamo usciti senza chiavi, ma perché la serratura si blocca.

Anche in questo caso è meglio non improvvisare per evitare di provocare ulteriori danni alla porta, ed aspettare l’intervento di un fabbro.

Questo tipo di problemi alle serrature si può evitare facilmente con un po’ di accortezza. Ad esempio, le serrature andrebbero periodicamente lubrificate con prodotti specifici per evitare che le diverse componenti sfreghino tra di loro e si usurino. Bisogna però fare attenzione nell’uso di questi prodotti: se la quantità usata è eccessiva, si rischia di rovinare i materiali della serratura e portarli ugualmente all’usura, anche se per cause diverse.

Se la chiave fatica ad entrare nella serratura o a girare, potrebbe essere un campanello d’allarme per iniziare a fare una corretta manutenzione della serratura, e prestare particolare attenzione se il problema persiste o si aggrava.

Quando la chiave fatica a entrare o a girare nella serratura, bisogna fare anche attenzione a polvere e sporcizia che si può essere accumulata fino ad ostruire anche parzialmente la serratura. Anche in questo caso, esistono prodotti specifici per pulire la serratura e liberarsi di questi fastidiosi intoppi.