Apache Usa scambiò teleobiettivo per un lanciarazzi: fu ucciso così reporter Reuters in Iraq

Il reporter della Reuters Namir Noor-Elden

Il reporter della Reuters Namir Noor-Elden

Il teleobiettivo di una macchina fotografica scambiato per un lanciarazzi e un elicottero americano sparò sulla folla provocando una carneficina. Sono morti così Namir Noor Eldeen, reporter dell’agenzia Reuters a Baghdad, il suo aiutante, Said Chmagh, ed altre 10 persone. L’episodio, avvenuto nel luglio 2007 in Iraq, è stato documentato da un video registrato dalla camera del velivolo, diffuso dal sito internet Wikileaks.org.

Il portale, specializzato nella diffusione di filmati “sensibili” non ha specificato come ha ottenuto il documento che ormai sta facendo il giro del mondo. Le immagini sono accompagnate dai sottotitoli delle conversazioni tra i piloti dell’Apache e il controllo a terra: gli uomini che camminano in una strada della capitale irachena sono identificati come ribelli armati e viene chiesta l’autorizzazione ad aprire il fuoco. I piloti dell’elicottero comunicano di aver individuato “cinque o sei individui con AK-47”, confondendo il teleobiettivo di una macchina fotografica con un lancia granate, e chiedono il permesso “di aprire il fuoco”. Permesso che ottengono quasi all’istante.

Leggi tutto »

Premio Ilaria Alpi, al via la XVI edizione

ilaria alpiPrende il via la XVI edizione del premio giornalistico Ilaria Alpi. Il bando di partecipazione al premio dedicato alla giornalista uccisa in Somalia il 20 marzo 1994, è ufficialmente aperto.

Per l’occasione è stato inaugurato anche il nuovo sito dedicato alla manifestazione realizzato grazie alla collaborazione di Hi-net e visitabile all’indirizzo: www.premioilariaalpi.it. Informazioni, bando e regolamento del concorso sono già scaricabili dal sito.oltre Navigando nelle nuove pagine si possono vedere i video finalisti dell’edizione 2009 (da aprile anche i finalisti del 2010) e i video promozionali prodotti dal Premio stesso.

La cerimonia di premiazione quest’anno si terrà a Riccione dal 17 al 19 giugno 2010. Chiunque voglia partecipare dovrà inviare i propri lavori entro le ore 12 dell’10 aprile 2010.

Il Premio, promosso da Regione Emilia-Romagna, Provincia di Rimini, Comune di Riccione e Associazione Ilaria Alpi Comunità Aperta, è riservato a servizi ed inchieste giornalistiche televisive che trattino temi di impegno civile e sociale (solidarietà, non violenza, giustizia, diritti umani, lavoro).

Leggi tutto »

“Mattino 5″ pedina il giudice Mesiano. Scoppia il caso

Un servizio di “Mattino 5” su Raimondo Mesiano, il giudice del processo Fininvest-Cir, e si scatena il caso. Lo scoop andato in onda su Canale 5 è un video di pochi minuti sulla vita privata del magistrato che, non più tardi di due settimane fa, ha condannato il gruppo Fininvest a risarcire alla Cir di Carlo De Benedetti 750 milioni di euro, per l’annullamento del lodo Mondadori risolto nel 1990 a favore del biscione in cambio di mazzette versate ad alcuni giudici romani.

Le immagini, che riprendono di nascosto il giudice nella sua vita privata durante una passeggiata domenicale, e il testo del servizio, che dipinge Mesiano come un tipo strano e stravagante per il fatto di indossare indumenti con combinazioni di colori inconsuete, hanno dato il via alla bufera. Durissime le critiche dell’Associazione nazionale magistrati che ha definito “una vergogna” far seguire il magistrato dalle telecamere mentre si fa radere dal barbiere o fuma una sigaretta seduto su una panchina di un giardino pubblico. Per il segretario dell’Associazione nazionale magistrati, Giuseppe Cascini si tratta di “un’intollerabile intromissione nella privacy di una persona”.

Leggi tutto »

“O Travaglio niente”. Santoro show alla presentazione di Annozero. E da del bugiardo a Liofredi

Fuochi d’artificio alla conferenza stampa di presentazione della nuova stagione di Annozero. È un Michele Santoro agguerrito e senza freni quello che si presenta davanti a colleghi e vertici Rai. Il giornalista è un fiume in piena, ne ha per tutti e non usa mezze parole.

Annozero partirà dopodomani, giovedì 24 settembre, con o senza Marco Travaglio, ancora non è dato sapere con certezza. A oggi, nonostante la richiesta di Santoro avanzata a luglio, il giornalista non è ancora stato contrattualizzato. Le troupe sono state completate solo pochi giorni fa. I contributi video sono in forse. Tutto questo succede in un programma che “l’anno scorso ha fatto il 18 per cento di ascolti e che è costato pochissimo, si è ripagato interamente con le entrate pubblicitarie”.

Leggi tutto »

Masi risponde a Santoro: “Nessuna censura su spot di Annozero”. E video spopolano su Youtube

Nessuna censura sugli spot di Annozero. Solo normali approfondimenti in vista del dibattito che, nel prossimo Cda della Rai del 16 settembre, toccherà tutte le questioni relative alla trasmissione di Michele Santoro: gli spot e anche la questione dei contratti.

Questa la risposta del direttore generale Masi alle polemiche scatenate dalla mancata trasmissione delle promozioni a pochi giorni dalla prima puntata delle trasmissione. Michele Santoro, conduttore e ideatore del programma, dopo aver lanciato un appello ai telespettatori per diffondere loro stessi le pubblicità, ha scritto una nuova lettera ai vertici di viale Mazzini, chiedendo spiegazioni sul perché gli spot “giacciano” da più di una settimana presso “gli uffici competenti” con la conseguenza che Raidue non ha ancora dato notizia della ripresa del programma.

Leggi tutto »

BBC accordo con giornali Gb: i suoi servizi sui siti internet dei quotidiani

Dalla fine di questo mese di luglio, la BBC fornirà parte del suo materiale video ai siti internet di quattro grandi giornali britannici in modo del tutto gratuito.

La mossa giunge dopo anni di discussioni tra l’emittente e le case editrici dei quotidiani, che accusavano la BBC di aver sconvolto il mercato usando il denaro del canone per irrompere su Internet.

I giornali potranno scegliere materiale audiovisivo di politica, economia, salute, scienza e tecnologia, purché che sia già uscito sul sito della Corporation.

Scontri al G8 di Torino, Assostampa Piemonte rifiuta di consegnare le foto alla Questura

I delegati dei giornalisti piemontesi, riuniti a fine maggio per il Congresso regionale dell’Associazione stampa subalpina, hanno rigettato le richieste presentate a giornali e tv dalla Questura di Torino, che voleva acquisire fotografie e filmati sugli scontri tra studenti e polizia del 19 maggio a Torino, in concomitanza con il “G8 dell’Università”.

La decisione, formalizzata in un documento inviato alla Questura torinese e pubblicato in questi ultimi giorni dal sito web di “Autonomia e Solidarietà” del Piemonte, affronta un problema che è tra i più delicati della professione, perché pone il singolo giornalista davanti alla non facile scelta tra i doveri della disciplina professionale e quelli stabiliti dalle leggi dello Stato.

Leggi tutto »

Tg1, Minzolini risponde: “Nessuna censura pro Berlusconi, solo gossip”

Pubblichiamo di seguito il video andato in onda durante il Tg1 di ieri sera in cui il direttore della testata Augusto Minzolini risponde alle accuse di “oscurmento” delle feste a luci rosse nelle ville del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi:

Si apre ad Atri il primo festival del reportage

Immagini parole e storie. È il titolo della prima edizione dell’Atri Festival Reportage, manifestazione interamente dedicata a questa forma di racconto giornalistico che prenderà il via nella cittadina medievale abruzzese. Un fitto programma di eventi, mostre e spettacoli, che proseguiranno per un mese esatto, fino al 18 agosto. Il tema del reportage sarà trattato, approfondito e illustrato in ogni sua forma: dalla fotografia alla radio, dalla carta stampata al video.

Le quattro giornate d’apertura del festival (dal 18 al 21 giugno) saranno quelle più ricche di appuntamenti con l’inaugurazione delle mostre, che proseguiranno per tutto il mese, i workshop e ben 32 eventi tra dibattiti, proiezioni, letture di libri e spettacoli. Tra gli incontri in programma: “Il racconto delle catastrofi. Invadenza e testimonianza: i media di fronte alla tragedia”; “Il Dna della cronaca nera”; “Il reportage al tempo del web 2.0” e “La pelle dei media”. A discutere di questi ed altri argomenti, circa 100 tra esponenti del giornalismo nazionale e internazionale (tra carta stampata, tv, radio, web, cinema, fotografia) esponenti scientifici e delle istituzioni, artisti e narratori, tutti capeggiati dal direttore del festival, il giornalista del Tg5 Toni Capuozzo.

Leggi tutto »

Fischi a Riotta, spopolano Grillo e Travaglio. Al Festival del giornalismo venerdì ricco di emozioni

festival giornalismo pubblicoGiornata spumeggiante e ricca di spunti quella di ieri (venerdì 3 aprile) al festival del giornalismo in corso di svolgimento a Perugia. Non sono mancati anche momenti di confronto duri su temi come blog e nuovi media, tra i giornalisti affermati, in particolare Gianni Riotta, e i giovani della platea. Ma quella di ieri è stata anche la giornata di Marco Travaglio e Peter Gomez, attesissimi a applauditissimi dal pubblico e quella di Beppe Grillo che, sebbene non fosse a Perugia, ha fatto parlare, e molto, di sé.

La giornata, tutta incentrata sui nuovi modi di fare informazione legati al momento di crisi che sta vivendo la società, era cominciatà con i video di Benjamin Reece. Il videomaker più amato della rete, che insieme a Nathan Heleine gira il mondo ponendo una domanda alla volta a cinquanta persone differenti, ha portato i suoi lavori a supporto di un dibattito sui nuovi linguaggi della comunicazione e sul post-giornalismo.

Leggi tutto »