Concorso Rai, arriva il bando per giornalisti professionisti. Esclusi i laziali.

Il logo della Rai

Il logo della Rai

Porte aperte alla Rai per nuovi giovani e volenterosi giornalisti professionisti. La televisione di Stato, infatti, ha appena diffuso un bando di concorso, che scadrà il 30 settembre prossimo, per selezionare giornalisti professionisti minori di 36 anni, di lingua italiana da utilizzare, per future esigenze, con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, in qualità di redattore ordinario, nelle redazioni giornalistiche regionali.

Nonostante la crisi, i conti in rosso e lo spettro di esuberi, ricollocazioni e mobilità interna, mamma Rai assume ancora personale giornalistico nelle sedi delle testate regionali. Ma non in tutte. Figli di un Dio minore sono i giornalisti residenti del Lazio, unica regione che non farà il concorso e che quindi non ammetterà giornalisti alla selezione. Il motivo è la “non recettività” della sede laziale.

Leggi tutto »

Crisi editoria, chiude “Il Romanista”

romanistaQuella che è appena iniziata potrebbe essere l’ultima settimana di vita de “Il Romanista”, l’unico quotidiano al mondo dedicato esclusivamente ad una squadra di calcio e alla sua tifoseria.

Nato il 10 settembre 2004 il giornale puntava a superare il traguardo economico dei tre anni per poter usufruire così del diritto ai ”contributi dell’editoria”, ovvero il rimborso annuale di circa il 50 per cento dei costi sostenuti. ”In questo modo – si legge nell’editoriale di oggi de “Il Romanista” – i conti sarebbero tornati in equilibrio”.

Ma il 23 dicembre 2005, con l’approvazione della Legge finanziaria, passa la norma che elimina a partire dal 1 gennaio 2006 la possibilità di concorrere ai contributi ”per le società a responsabilità limitata controllate da cooperative”, alzando inoltre da tre a cinque anni il termine dopo il quale si ha diritto di accedere ai contributi per tutte quelle società editrici costituite dopo il 31 dicembre 2004. Ma, sostengono al giornale, il 29 dicembre 2005, e quindi prima del fatidico 1 gennaio 2006, la testata si sarebbe ”trasformata” in cooperativa, rientrando dunque all’interno dei parametri previsti per accedere ai contributi.

Leggi tutto »