Inaugurato nuovo sito internet e web tv della Camera. Per delle istituzioni più vicine ai cittadini

La Camera dei deputati si apre ai cittadini, con una comunicazione più semplice, più diretta, più interattiva, in una parola più trasparente. Il tutto sarà reso possibile dalla nuova web tv e al restyling del sito internet, che proveranno a rendere la popolazione più partecipe alle decisioni dei nostri politici. A presentare le novità alla stampa i vicepresidenti della Camera, Rosy Bindi e Maurizio Lupi, in una conferenza a Montecitorio.

“È fondamentale – ha detto Lupi – che le nuove tecnologie possano permettere un accesso migliore alla vita parlamentare e quindi alla vita democratica del Paese. Il nuovo sito internet punta, in particolare, alla facilità di accesso e alla semplicità nell’uso perché si possa vedere quello che accade e accedere alle numerose informazioni presenti”.

Leggi tutto »

Minacciato e costretto alla clandestinità un giornalista russo collega della Politkovskaia

Minacciato ripetutamente e costretto a vivere in clandestinità. A subire tutto ciò è il giornalista russo
Alexadr Podrabinek (nella foto), collaboratore da Mosca di “Radio France Internationale” nonché reporter della “Novaia Gazeta”, il giornale per cui scriveva Anna Politkovskaia.

Le prime minacce sono arrivate in seguito alla pubblicazione, lo scorso 21 settembre, di un servizio sui crimini del regime sovietico, sul sito di informazione www.ej.ru. L’articolo ha provocato ha provocato la durissima reazione da parte dei movimenti patriottici russi e una campagna di odio contro il giornalista. Il suo numero di telefono è stato pubblicato su molti siti che incoraggiavano i “patrioti” a minacciare Podrabinek. Diverse persone si sono presentate al giornale, altri si sono fatti passare per postini o corrieri con l’intento di penetrare nella sua abitazione. Temendo per la vita sua e della sua famiglia il giornalista è stato costretto a trovare rifugio in un luogo segreto.

Leggi tutto »

Crisi, altre tre redazioni in agitazione

Redazioni in agitazione in molte parti d’Italia. Ad alzare la voce anche alcune realtà storiche del panorama dell’informazione, come quelle di Rainews24 e quelle del Piccolo e del Messagero Veneto.

In casa Rai, il Cdr di Rainews24 proclama lo stato di agitazione e chiede chiarezza ai vertici dell’azienda sulle voci di tagli di mezzi e risorse all’unica televisione all-news pubblica italiana. “Dal 1999 – scrive il Cdr in una lettera alle alte sfere di viale Mazzini – Rainews24 ha garantito l’informazione di servizio pubblico in tutti i momenti cruciali italiani e internazionali: dagli attentati alle torri gemelle fino al terremoto in Abruzzo, passando per la copertura dei conflitti e per le grandi inchieste. Ora, dopo 10 anni, è arrivato il momento della chiarezza. E’ arrivato il momento delle risposte”.

Leggi tutto »

New York Times, a breve sito internet a pagamento

Dopo tante chiacchiere il New York Times sembra intenzionato a passare ai fatti: far pagare ai lettori l’accesso al suo sito web. L’idea, che ha fatto discutere molto anche in Italia, scatenando tavole rotonde e dibattiti pubblici tra favorevoli e contrari, già circolava da tempo ma ora sembra sul punto di concretizzarsi.

Il prestigioso quotidiano della Grande Mela, di proprietà di Rupert Murdoch, si trova in grosse difficoltà economiche e le sta provando tutte per risanare i suoi conti. Dopo aver aumentato di 50 centesimi il prezzo di vendita, ridotto il personale e venduto alcuni asset, mettere le news online a pagamento è l’ultima strategia per arginare la crisi.

Leggi tutto »

Casagit, concluse le elezioni per il rinnovo dell’assemblea nazionale. Tutti gli eletti

Si sono concluse alle 18 le votazioni per l’elezione dei delegati all’assemblea nazionale della Casagit, la Cassa autonoma di assistenza integrativa dei giornalisti italiani, per il quadriennio 2009-2013. Hanno votato 6.093 elettori ovvero il 25,44% degli aventi diritto.

Di seguito tutti gli eletti che costiuiranno la nuova assemblea nazionale della Cassa

Antonio Carino e Giannetto Sabbatini Rossetti, eletti ad Ancona in rappresentanza delle Marche. Ad Aosta è stato eletto Gaetano Assanti, a Bari Gianfranco Summo e Vito Zita, a Bologna Sabrina Camonchia, Claudio Cumani, Andrea Ropa e Paola Emilia Rubbi, a Bolzano Luciano Azzolini, Otwin Nothdurfter e Franz Volgger, in Sardegna Andrea Artizzu e Giovanni Perrotti a Campobasso Lucio Zampino, a Firenze Susanna Giusti, Michele Manzotti ed Enrico Pini, a Genova Gianluigi Corti e Guido Filippi, a Milano sono stati eletti Domenico Affinito, Aldo Bolognini Cobianchi, Maurizio Calzolari, Paolo Chiarelli, Paolo Costa, Paola D’Amico, Maria Antonietta Filippini, Carlo Ercole Gariboldi, Gianfranco Giuliani, Cesare Angelo Giuzzi, Elena Golino, Andrea Leone, Renzo Magosso, Andrea Alfonso Maria Montanari, Costantino Muscau, Giovanni Negri, Edmondo Rho, Valentina Strada e Giovanna Tettamanzi, a Napoli Marisa La Penna, Umberto Nardacchione e Alfonso Pirozzi, a Palermo Giovanna Genovese, Mario Petrina, Giovanni Pietro Santi, a Perugia Anna Lia Sabelli Fioretti e Elvisio Vinti, a Pescara Sergio Cinquino e Donatella Speranza, a Potenza Grazia Maria Napoli, a Reggio Calabria Pier Paolo Cambareri e Luisa Lombardo, a Roma Mario Antolini, Manuela Cadringher, Corrado Chiominto, Laura Delli Colli, Francesco Di Mario, Giorgio Frasca Polara, Flavio Gasparini, Rossella Lama, Federica Lamberti Zanardi, Manuela Lucchini, Liliana Madeo, Luigi Massi, Luciano Onder, Giovanni Orlando, Giorgio Pacifici, Paolo Petrecca, Rossella Santilli, Alessia Schiaffini, Giampiero Spirito e Roberto Turno, a Torino Daniele Mauro Cerrato, Giorgio Lombardi e Carola Vai, a Trieste Pierpaolo Dobrilla e Gian Paolo Girelli, a Venezia Margherita Carniello, Gabriele Cescutti e Mauro Pertile.

Leggi tutto »

Le foto dello scandalo, gli scatti delle feste a villa Certosa uscite sul sito del “Pais”

Alla fine le foto incriminate sono uscite. A rompere gli indugi è stato “Il Pais”, quotidiano spagnolo, che ha pubblicato sul suo sito internet le immagini dei festini del premier Silvio Berlusconi con modelle e showgirl, nella sua residenza in Sardegna, villa Certosa.

In tutto cinque foto che mostrano donne seminude che girano nei giardini della villa del premier e anche un uomo totalmente svestito in un momento di intimità, probabilmente l’ex premier ceco Mirek Topolánek. Foto che in poche ore hanno fatto il giro del mondo tanto che il sito del “Pais” ha fatto registrare un vero e proprio boom di contatti: pubblicate poco dopo le 23 di giovedì scorso, alle 17 di venerdi le immagini e tutti i contenuti connessi con gli scatti inediti erano stati visti da oltre 4,5 milioni di persone.

Leggi tutto »

Arriva “Il fatto”: il nuovo giornale di Padellaro e Travaglio da settembre in edicola

“Ci siamo. Il conto alla rovescia è cominciato. A settembre, finalmente, avremo un giornale nuovo, libero, tutto nostro”: con queste parole – dal sito di Marco Travaglio - parte la campagna abbonamenti del Fatto, il nuovo quotidiano diretto da Antonio Padellaro e che ha fra i suoi protagonisti lo stesso Travaglio.

Molte le novità che la testata porta con sé: intanto non avrà finanziamento pubblico ma cercherà di stare sul mercato con le sue forze soltanto. “Un giornale eccentrico, rispetto agli altri”, si legge nella presentazione on line: “Un fatto nuovo. Perché? 1) Racconterà i fatti, fin dalla sua testata. Darà le notizie, le analisi e i commenti che gli altri non danno, o nascondono. Parlerà dei temi che gli altri ignorano. 2) Non avrà padroni: la società editoriale è composta da alcuni piccoli soci, compresi noi giornalisti, che partecipano con quote equivalenti a un progetto comune: un quotidiano fatto solo per i suoi lettori. Senza vincoli né sudditanze ai poteri forti, politici, finanziari e industriali, che usano i giornali per i loro interessi. 3) Non chiederà né avrà finanziamenti pubblici concessi da questo o quel partito”. “E nascerà – viene precisato – solo se avrà dei lettori interessati ad acquistarlo, e a leggerlo. Per questo vi chiediamo di abbonarvi subito”.

Leggi tutto »

NY Times lancia Times Wire, l’ultima trovata per sconfiggere la crisi

La ricetta del New York Times per uscire dalla crisi si chiama “Times Wire”: un sito di notizie e attualità che si aggiorna in continuazione, ogni minuto, con tutti gli articoli destinati al sito web del quotidiano ed eventualmente, l’indomani, all’edizione cartacea.

All’interno di Times Wire gli articoli scorrono sullo schermo come un rullo, via via che vengono prodotti dai giornalisti della “gray old lady”. I testi e anche le foto vengono pubblicate senza alcuna selezione ma l’utente può anche scegliere i pezzi in base ai suoi interessi creando una pagina personalizzata.

Il nuovo servizio, una specie di twitter che somiglia molto ad una agenzia stampa, gratuito e fruibile da tutti, è stato lanciato insieme Times Reader 2.0, la versione più recente dell’applicazione che consente di scaricare la versione cartacea del quotidiano. Con Times Reader 2.0 la consultazione on-line del giornale uscito in edicola, in questo caso a pagamento, diventa totalmente interattiva con la possibilità, per esempio, di compilare i cruciverba. Un bel cambiamento rispetto agli attuali file Pdf.

Leggi tutto »

Gazzetta.it, in arrivo un nuovo restyling

Il sito della Gazzetta dello sport cambia aspetto. A due anni dall’ultimo restyling, da domani i tanti lettori del quotidiano sportivo più amato, potranno vedere la nuova versione de “La Gazzetta dello Sport.it”, sensibilmente rinnovata nella grafica per offrire ai lettori un sito sempre più ricco, ordinato e navigabile.

Il design più curato e le innovative soluzioni grafiche e funzionali permettono una fruibilità ancora più semplice e completa. Cardini del nuovo progetto sono la maggiore verticalizzazione dei contenuti editoriali proposti e la loro vicinanza a servizi e prodotti organizzati per area tematica, in modo da proporre un’esperienza interattiva a 360 gradi intorno alla passione sportiva del lettore.

Leggi tutto »

Annozero, la puntata “riparatrice” fa il boom di ascolti. Nuove polemiche

Pieno di ascolti per la trasmissione di Michele Santoro, Annozero in onda ieri in prima serata su Raidue. Dopo le polemiche sulla puntata precedente che hanno portato alla sospensione di Vauro Senesi per una vignetta sul sisma in Abruzzo che era stata ritenuta dalla Rai gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei defunti”, ieri il programma è stato seguito da 5,277 milioni di spettatori e ha registrato il 20,84% di share. Vale a dire ben un milione di spettatori e il 3 per cento di share in più rispetto allo scorso giovedì quando AnnoZero fu seguito da 4,204 milioni di spettatori con uno share del 17,48.

Leggi tutto »