Caso Minzolini, mercoledì 14 ottobre l’audizione in Commissione di vigilanza

Augusto Minzolini sarà ascolto mercoledì 14 ottobre dalla Commisione di parlamentare per l’indirizzo e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi. La conferma è arrivata ieri in un comunicato dell’organo parlamentare in cui si annuncia che la Commissione “si riunirà, sotto la presidenza del senatore Sergio Zavoli, mercoledi’ 14 ottobre alle ore 14,00″.

“All’ordine del giorno -prosegue la nota – come stabilito dall’Ufficio di presidenza nella seduta di mercoledì 7 ottobre, l’audizione del direttore del Tg1 e del Tg2, con eventuale proseguimento alle ore 21,00″.

Nella seduta successiva, giovedi’ 15 ottobre alle ore 9,30, sempre secondo il calendario approvato dall’Ufficio di presidenza, si svolgeranno le audizioni dei direttori del Tg3 e del GR con eventuale proseguimento alle ore 18,00. Seguiranno le audizioni degli altri direttori di Testata, dei conduttori dei programmi di approfondimento, dei direttori di Rete e delle trasmissioni di servizio.

Crisi Usa, Obama pronto a misure salva giornali. Ma gli americani non si fidano più dei media

Barack Obama è pronto a correre in soccorso all’editoria americana in crisi. Proprio mentre una ricerca stabilisce che l’80 per cento degli statunitensi è scettico sulla credibilità dell’informazione, il presidente USA tende la mano ai media.

Intervistato nello studio ovale dalla “Pittsburgh Post-Gazette” e dal “Toledo Blade”, Obama si è detto “pronto a studiare” proposte di legge in Congresso che aprano la strada al salvataggio dei giornali, a patto che questi accettino di ristrutturarsi come entità no profit. Finora la casa Bianca aveva sempre escluso la possibilità di aiuti federali per i media in crisi. Ora la prima apertura, dettata dalla convinzione che il buon giornalismo sia “assolutamente fondamentale per la salute della democrazia”.

Leggi tutto »

Intercettazioni hot, De Magistris chiede procedimento contro Berlusconi. E Ghedini querela “La Repubblica”

Dopo le rivelazioni dell’ex senatore Pdl Paolo Guzzanti, che sul suo blog aveva dichiarato di aver letto le trascrizioni delle telefonate a luci rosse del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, con donne alle quali poi erano stati accordati favori politici, l’ex Pm Luigi De Magistris, oggi eurodeputato dell’Italia dei Valori, chiede che sulla vicenda indaghi la magistratura.

Secondo De Magistris, infatti, i comportamenti di Berlusconi descritti da Guzzanti avrebbero rilevanza penale, in particolare per la violazione dell’articolo 319 del Codice Penale, che riguarda incarichi politici e istituzionali in cambio di utilità varie. “Ci troviamo di fronte – scrive De Magistris sul suo sito internet – a nuove tecniche di corruzione e mercimonio delle pubbliche funzioni che avrebbero come protagonista il presidente del Consiglio e alcuni membri del suo governo”.

Leggi tutto »

Regione Molise contro Tgr locale, a colpi di querela

Informazione e politica. Due poteri che dovrebbero controbilanciarsi in nome del controllo reciproco e dell’equilibrio. Due poteri che, invece, sono sempre più ai ferri corri. L’ultima puntata di questa battaglia arriva dal Molise. Alcuni giornalisti del telegiornale regionale della Rai, tra cui il caporedattore Filippo Massari (reo di aver inserito nella rassegna stampa il quotidiano Nuovo Molise) e la collega Enrica Cefaratti (per l’enfasi profusa nella lettura di un titolo) sono stati “minacciati” di una querela per risarcimenti milionari, dalla regione Molise per aver leso l’onore dell’ente. L’annuncio dell’azione giudiziaria è arrivato anch’esso a mezzo stampa. Una vicenda surreale e per certi versi inquietante.

Leggi tutto »

Crisi editoria, passa in Senato l’emendamento “salva giornali”

E’ passato praticamente all’unanimità, in Senato, l’emendamento “salva giornali“, teso a ripristinare per il periodo 2009-2010 i fondi per l’editoria sulla base di 70 milioni l’anno.

L’emendamento è stato sottoscritto, oltre che dai senatori del Pd Lusi e Vita anche dai senatori Butti del Pdl e Mura della Lega e prevede anche l’opportunità per le testate di stipulare convenzioni più favorevoli per le spedizioni degli abbonamenti.

“L’esito favorevole del voto ha sanato finalmente la gravissima ferita inferta dai tagli del decreto Tremonti - ha dichiarato il senatore del Pd Vincenzo Vita, vicepresidente della commissione Cultura – e lo stesso articolato approvato nell’ambito del ddl sullo sviluppo aveva in precedenza avuto un iter parlamentare faticosissimo. Dobbiamo dare atto al vasto movimento di editori, giornalisti e lavoratori dell’informazione di aver ottenuto un risultato di un’unità d’intenti tra le forze politiche. Siamo contenti per le decine di testate che così eviteranno la chiusura o il ridimensionamento”.

Presentato Medidea Review, rivista sul mediterraneo presieduta dall’On. Pisanu

pisanuE’ stato presentato oggi (martedi 31 marzo) a Roma, “Medidea Review”, il primo numero della rivista trimestrale on line edita dall’omonima fondazione, presieduta dal senatore Giuseppe Pisanu. Nell’aprire i lavori del convegno su “Il Mediterraneo, possibile via d’uscita alla crisi”, Pisanu ha ricordato come la sponda Sud ed Est del mare e il Golfo Persico negli ultimi 10 anni hanno registrato una crescita media del 4,4 per cento, assorbendo il 10 per cento del totale delle esportazioni italiane.

Un’area, ha sottolineato Pisanu, che nei prossimi anni potrà vantare il 5 per cento del Pil mondiale. Parlando della rivista, che è stata presentata dal suo direttore responsabile, Carlo Romano, anche nella versione cartacea, Pisanu ha detto che con il tempo si aprirà a tutti i Paesi del bacino. Per questo si propone in italiano e inglese e, prossimamente, in arabo.

Leggi tutto »