Belpietro lancia la sfida a Santoro. Su Raidue “L’Antipatico” risponderà ad Annozero

belpietroMichele Santoro e il suo Annozero avranno presto un contraltare in Rai. La tanto invocata trasmissione che dovrebbe pareggiare il conto con la “rossa” Annozero sarà affidata a Maurizio Belpietro, direttore di Libero e, da sempre, sostenitore e difensore principale del Cavaliere e del centro-destra.

“È un progetto. Ne stiamo discutendo. Vedremo se andrà in porto” ha confermato senza sbilanciarsi lo stesso Belpietro che sembra ormai ad un passo dall’accaparrarsi il ruolo di anti-Santoro. L’indiscrezione era stata anticipata sul numero di ieri del “Fatto quotidiano” che aveva già parlato anche della collocazione in palinsesto della nuova trasmissione di approfondimento giornalistico: il mercoledì in prima serata su Raidue a partire dal 9 dicembre al posto di X-Factor.

Ora arriva la conferma, seppur a mezza bocca del diretto interessato: “Ci sono molte idee – ha confessato ancora Belpietro – e va avanti un confronto. Stiamo ragionando. Aspettiamo che la cosa si concretizzi”.

Leggi tutto »

Rai, Masi al Cda: scelta mia il rinvio di Ballarò. E propone modifiche al contratto di Travaglio

Ha fatto “mea culpa” il direttore generale della Rai, Mauro Masi, durante la riunione del Cda di Viale Mazzini, dove ieri si è discusso dello slittamento forzato di “Ballarò” per dare spazio a uno speciale di “Porta a Porta” sulla consegna delle prime case ai terremotati, andato in onda martedì sera in prima serata con ospite Silvio Berlusconi.

“Mi assumo per intero la responsabilità di aver anticipato in prima serata la puntata di “Porta a porta” e di aver rinviato Ballarò” ha dichiarato il numero uno dell’azienda, che tuttavia ha difeso la propria scelta, sostenendo che un evento come quello meritasse la prima serata.

Il presidente della Rai, Paolo Garimberti, ha ribadito la propria posizione critica verso l’accaduto. La consegna delle case ai terremotati era in calendario da mesi, ha sottolineato Garimberti, e dunque occorreva tempo per organizzare una puntata di approfondimento. Secondo il presidente sarebbe stato meglio lasciare tutto invariato.

Leggi tutto »

Rai ancora nella bufera: prima puntata di Ballarò cancellata per far posto a Vespa in prima serata

E’ ancora bufera su Raitre e questa volta al centro delle polemiche c’é Ballarò, il programma di Giovanni Floris che doveva tornare martedì prossimo e che viene fatto slittare di alcuni giorni da una decisione della direzione generale della Rai per far spazio ad una prima serata di Porta a Porta su Raiuno in occasione della riconsegna delle prime case ai terremotati di Onna.

Per Floris è un “atto immotivato”, per Vespa un “giusto riconoscimento” per l’impegno di Porta a Porta nella raccolta di fondi per i terremotati. Per la Fnsi invece il governo vuole un “megafono politico” mentre i consiglieri Rai Nino Rizzo Nervo e Giorgio Van Straten parlano rispettivamente di “normalizzazione delle diversità” e di un modo per “compiacere Silvio Berlusconi”. Pier Luigi Bersani rimanda ogni discussione alla manifestazione di sabato prossimo a Roma sulla libertà di informazione e l’altro candidato alla segreteria del Pd, Ignazio Marino, parla di “palinsesti e corretti e riscritti fuori da Viale Mazzini”.

Leggi tutto »

Fischi a Riotta, spopolano Grillo e Travaglio. Al Festival del giornalismo venerdì ricco di emozioni

festival giornalismo pubblicoGiornata spumeggiante e ricca di spunti quella di ieri (venerdì 3 aprile) al festival del giornalismo in corso di svolgimento a Perugia. Non sono mancati anche momenti di confronto duri su temi come blog e nuovi media, tra i giornalisti affermati, in particolare Gianni Riotta, e i giovani della platea. Ma quella di ieri è stata anche la giornata di Marco Travaglio e Peter Gomez, attesissimi a applauditissimi dal pubblico e quella di Beppe Grillo che, sebbene non fosse a Perugia, ha fatto parlare, e molto, di sé.

La giornata, tutta incentrata sui nuovi modi di fare informazione legati al momento di crisi che sta vivendo la società, era cominciatà con i video di Benjamin Reece. Il videomaker più amato della rete, che insieme a Nathan Heleine gira il mondo ponendo una domanda alla volta a cinquanta persone differenti, ha portato i suoi lavori a supporto di un dibattito sui nuovi linguaggi della comunicazione e sul post-giornalismo.

Leggi tutto »

Report, tornano le incheste di Milena Gabbanelli

Ormai ci siamo. Le inchieste di “Report” stanno per tornare in prima serata su Raitre. La fortunata trasmissione condotta da Milena Gabbanelli ricomincerà domenica 15 marzo.

Tra gli argomenti del nuovo ciclo, che si aprirà con una puntata sul dissesto del Comune di Catania, spicca la vicenda delle leggi che regolano il mercato televisivo italiano e la distribuzione delle frequenze, al centro del secondo appuntamento. A ricomporne le tappe saranno le interviste a numerosi personaggi, da Oscar Mammì ad Antonio Maccanico, da Fedele Confalonieri a Paolo Romani.

REPORT“Nella seconda puntata – spiega la Gabanelli, che autrice della trasmissione insieme a Sigfrido Ranucci e con la collaborazione di Paola Bisogni – si ricostruisce con i protagonisti tutta la storia delle norme che regolamentano la concessione delle frequenze. In un confronto molto vivace fra il presidente di Mediaset e l’autore dell’inchiesta, Bernardo Iovene, Confalonieri dichiara di apprezzare le interviste dure non – dice lui – come a Matrix l’altra sera. Tre giorni dopo – conclude la Gabanelli – Matrix passa di mano”. Il riferimento è alla rottura tra Mediaset e Enrico Mentana del 9 febbraio, giorno della morte di Eluana Englaro: nella settimana precedente il programma aveva ospitato Antonio Di Pietro, la hostess Daniela Martani e si era occupato del caso Eluana.