Minzolini ad Unomattina: “Berlusconi ha rivoluzionato la politica”

Augusto Minzolini, direttore del Tg1

Augusto Minzolini, direttore del Tg1

Augusto Minzolini a tutto campo ad “Unomattina”. Il direttore del Tg1 intervistato durante trasmissione mattutina di Rai Uno, parla di tutto: dalla politica, alle scelte adottate per la sua testata, per arrivare ad Enrico Mentana, suo nuovo concorrente alla guida del telegiornale di La7. Nel corso della sua prima intervista su Raiuno da quando dirige il Tg1, il discusso “direttorissimo”, come lo ha ribattezzato Silvio Berlusconi, esprime parole di apprezzamento per il premier.

Interrogato da Pierluigi Diaco sull’impatto portato dalla discesa in campo del Cavaliere sulla politica italiana, ha detto: “Berlusconi ha rivoluzionato la politica italiana”, introducendo in Italia “una politica più moderna”. Cosa che invece non è riuscita alla sinistra a cui, secondo Minzolini, sarebbe “mancato il coraggio”. In particolare, continua il direttore “l’esperienza del governo D’Alema a un certo punto si bloccò. E si bloccò perché la base, la tribù, come la definiva D’Alema, non lo seguiva. La sinistra italiana deve fare un processo profondo. La caduta del muro non fu vissuta come doveva essere. È stata intrapresa una scorciatoia”.Berlusconi invece, spega Minzolini, è riuscito a trasformare “una democrazia parlamentare dove i governi duravano in media un anno e mezzo” in una più moderna in cui i governi “durano di più”.

Leggi tutto »

Intervista Ban Ki-moon… ma è solo un sosia

Ban-Ki-MoonPrendete un comune cittadino con una incredibile somiglianza al segretario generale delle Nazioni unite, mettetelo all’interno dell’aeroporto di Copenaghen durante il vertice mondiale sul clima, aggiungete un giornalista dell’Afp smanioso di fare lo “scoop”, e la frittata è fatta. Una falsa intervista a Ban Ki-moon diffusa in tutto il mondo dall’agenzia di stampa francese.

La comica disavventura è capitata due domeniche fa (13 dicembre) ad un cronista francese, inviato alla conferenza sul clima che si teneva nella capitale danese. Mentre ritirava i bagagli in aeroporto, il reporter ha creduto di incrociare il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon. Prendendo la palla al balzo si è avvicinato e gli ha chiesto un’intervista. Peccato che si trattasse di un sosia che niente aveva a che vedere con il diplomatico internazionale. Il finto Ban Ki-moon ha retto la parte, rispondendo a ogni domanda dell’inviato, tanto da risultare assolutamente credibile.

Leggi tutto »

Ebook l’inchiesta. Giacomo Bruno: “Il libro digitale supererà il libro tradizionale”. Intervista al presidente della Bruno editore

giacomobruno“Il libro digitale toglierà il primato al vecchio formato cartaceo nel giro di tre o quattro anni”. La scommessa è di Giacomo Bruno, uno che di Ebook se ne intende. La “Bruno editore”, di cui Bruno è presidente, è la prima casa editrice che ha diffuso in Italia la cultura del libro elettronico fin dal 1987 e che è cresciuta fino a raggiungere una quota del 3% del fatturato mondiale di questo settore. “Un anno e mezzo fa – ci racconta Bruno – avevo previsto che il sorpasso dell’Ebook nei confronti del libro sarebbe avvenuto in 10 anni. Stima che è stata poi confermata da studi di settore e ricerche in materia. Ora, visto l’andamento del mercato americano, mi sento di poter affermare che questo momento potrà arrivare molto prima. Negli Stati Uniti questo passaggio di consegne sta già avvenendo e l’Italia notoriamente segue le innovazioni americane a distanza di qualche anno. Sicuramente meno di dieci”.

Leggi tutto »

Condannata a 60 frustate. Giornalista saudita graziata dal Re

saudiking_abdullahGraziata dal Re. A poche ore dalla condanna alla flagellazione con 60 frustate la giornalista araba Rozana Al Yami è stata salvata dal suo sovrano, il re dell’Arabia Saudita, Abdullah Bin Abdul Aziz.

La donna aveva subito la barbara pena per aver lavorato part-time per il canale satellitare libanese Lbc, colpevole di aver mandato in onda una trasmissione nella quale un saudita si vantava della sua vita sessuale.

Il re Abdullah, intercedendo personalmente in favore della giornalista “ha chiesto al ministero della giustizia di abbandonare la condanna alla flagellazione e di passare la questione al ministero dell’Informazione”, ha detto un portavoce del governo, Abdel Rahmane al-Hazaa. Anche il dossier su un’altra giornalista di Lbc è stato trasferito, sempre su ordine del Re, al ministero dell’Informazione, che dovrà decidere come e se punire le due professioniste.

Leggi tutto »

Gabanelli, Report ha ottenuto la tutela legale. “Ma navighiamo a vista”

“La tutela legale della Rai per Report? L`abbiamo rispuntata la scorsa settimana. Almeno per questa serie. Si naviga un po’ a vista, capisce?”. Con queste parole, Milena Gabanelli intervenendo a ‘24 Mattino’ su Radio 24 ha messo fine alla querelle legata alla volontà della Rai di non rinnovare la copertura legale a Report.

La Gabanelli nel corso dell’intervista ha parlato anche della manifestazione sulla libertà di stampa prevista domani (sabato 3 ottobre a Piazza del Popolo). Manifestazione alla quale la giornalista ha aderito: “Tutti i politici di tutti i Paesi – ha detto la Gabanelli – esercitano le loro pressioni sui giornalisti per indirizzare, condizionare, limitare. A vari livelli. Ma dipende dagli interlocutori che trovi. In Italia si trovano interlocutori particolarmente asserviti e questo fatto produce certi risultati.”

Leggi tutto »

Annozero, oltre 7 milioni di spettatori per la D’addario. Ancora polemiche roventi

Ancora un successo di ascolti per Annozero. La seconda puntata della trasmissione di Santoro, con la contestatissima presenza della escort Patrizia D’Addario, ieri sera ha superato i sette milioni (7.338.000) di spettatori col 28,92% di share, vincendo il prime time. Su Raiuno le due puntate di Don Matteo hanno fatto 21,87% di media con 5.773.000 e le due di Doctor House su Canale 5 con il 15,93% e 4.840.000.

Già prima della messa in onda, la seconda puntata di Annozero era stata preceduta da innumerevoli polemiche legate alla partecipazione in studio della escort barese Patrizia D’Addario, principale protagonista dell’inchiesta che vede coinvolto il premier Silvio Berlusconi. Presenza che aveva provocato la mancata partecipazione dei rappresentanti del Pdl. In forte dubbio fino all’ultimo, alla fine la D’Addario ha parlato ai microfoni di Annozero.

Leggi tutto »

Crisi Usa, Obama pronto a misure salva giornali. Ma gli americani non si fidano più dei media

Barack Obama è pronto a correre in soccorso all’editoria americana in crisi. Proprio mentre una ricerca stabilisce che l’80 per cento degli statunitensi è scettico sulla credibilità dell’informazione, il presidente USA tende la mano ai media.

Intervistato nello studio ovale dalla “Pittsburgh Post-Gazette” e dal “Toledo Blade”, Obama si è detto “pronto a studiare” proposte di legge in Congresso che aprano la strada al salvataggio dei giornali, a patto che questi accettino di ristrutturarsi come entità no profit. Finora la casa Bianca aveva sempre escluso la possibilità di aiuti federali per i media in crisi. Ora la prima apertura, dettata dalla convinzione che il buon giornalismo sia “assolutamente fondamentale per la salute della democrazia”.

Leggi tutto »

Annozero, appello di Santoro agli spettatori: “diffondete gli spot”

La Rai non fa pubblicità ad Annozero? Santoro ha deciso di farsela da solo. L’ultima idea del popolare conduttore di Raidue è quella di promuovere la sua trasmissione attraverso la rete e il passaparola degli spettatori.

In polemica con i vertici aziendali, che secondo lui starebbero evitando deliberatamente di promuovere il suo programma a pochi giorni dalla prima puntata, sul sito di Annozero spunta un appello: “Cari amici, sono Michele Santoro e ho bisogno del vostro aiuto. Mancano pochi giorni alla partenza e la televisione continua a non informare il pubblico sulla data d’inizio di Annozero. Perciò vi chiedo di inviare a tutti i vostri amici e contatti su internet gli spot che abbiamo preparato a questo scopo e che non vengono trasmessi”. E gli spot, diffusi su facebook e youtube, si sono diffusi subito a macchia d’olio. Insomma il braccio di ferro tra Santoro e mamma Rai continua.

Leggi tutto »