Feltri torna a il Giornale. A Libero arriva Paragone.

Vittorio Feltri torna alla direzione de ”il Giornale” dal prossimo 24 agosto. Con lui, alla guida del quotidiano, arrivera’ Alessandro Sallusti con la qualifica di condirettore.

L’Editore, in un comunicato, ”augura buon lavoro al nuovo direttore e ringrazia con riconoscenza il direttore uscente Mario Giordano per l’ottimo lavoro svolto. In meno di due anni di direzione, Giordano ha realizzato una importante riforma grafica ed editoriale, riuscendo in una fase economica molto difficile a consolidare e addirittura allargare la diffusione del quotidiano”.

Al posto di Feltri a Libero andrà, Gianluigi Paragone, nominato direttore ad interim. Già direttore de La Padania e vicedirettore del quotidiano fondato da Feltri nove anni fa, è stato incaricato dal gruppo Angelucci, proprietario della testata, di guidare il quotidiano nazionale in questa fase di transizione.

Leggi tutto »

RaiSport, Eugenio De Paoli nuovo direttore

Il Consiglio di amministrazione della Rai, su proposte del dg Mauro Masi, ha approvato all’unanimita’ l’intendimento di nomina di Eugenio De Paoli a direttore della testata Rai Sport e Rai Sport Piu’. Il Cda e il dg, si legge in una nota, hanno voluto esprimere un grande apprezzamento per la professionalita’ e l’impegno profusi da Massimo De Luca nella guida della Direzione di Rai Sport e Rai Sport Piu’ e auspicano che il rapporto del giornalista con l’Azienda possa continuare con la conduzione di rubriche sportive.

La scelta di De Paoli alla direzione di RaiSport è stata commentata positivamente dall’UsigRai il sindacato interno all’azienda di Viale Mazzini: “La scelta di Eugenio De Paoli alla direzione di Raisport dimostra che quando le cose si fanno bene è anche più facile decidere”- si legge in un comunicato – non è un caso che la sua sia stata l’unica nomina fatta oggi dal consiglio di amministrazione della Rai”.

Leggi tutto »

Cambi di direzione: Contu all’Ansa, Bernabò al Tirreno

Cambio di guida all’Ansa. La direzione della più importante agenzia di stampa nazionale è stata affida a Luigi Contu, attuale capo del politico di Repubblica. L’ok definitivo è arrivato dal comitato esecutivo dell’azienda.

Perché la nomina diventi esecutiva, però, bisognerà aspettare che si riunisca il prossimo consiglio di amministrazione dell’agenzia che avverrà a giorni. Contu, che prima di passare alla Repubblica era cresciuto professionalmente proprio all’Ansa, sostituirà Giampiero Gramaglia che era direttore dal dicembre 2006.

E ci sono novità anche in casa “Espresso”. Bruno Manfellotto, infatti, è stato nominato nuovo direttore editoriale dei quotidiani locali del gruppo editoriale L’Espresso. Manfellotto prende il posto di Maurizio De Luca, che lascia il gruppo. Compito del nuovo direttore sarà il coordinamento e lo sviluppo sia cartaceo che online di un sistema che comprende sedici diverse testate e vale complessivamente 467mila copie.

Leggi tutto »

Apcom acquisita dal gruppo Abete

Cambio di timone all’Apcom. L’agenzia di informazione passa dalle mani di Telecom Italia media al gruppo Abete. L’accordo prevede la cessione del 60% di Telecom Italia media, alla società “Sviluppo programmi editoriali”, che fa capo al gruppo Abete, che diventa così il nuovo socio di maggioranza.

La vendita – si legge in un comunicato di Telecom Italia – è avvenuta a un prezzo simbolico e a seguito della ricapitalizzazione del gruppo per 10,5 milioni di euro. Il restante 40% della società rimarrà in possesso di TI media.

Con questa operazione il gruppo Abete, già proprietario dell’agenzia Asca, si propone di rafforzare la propria presenza nel mercato dell’informazione, soprattutto nell’area della multimedialità dove ApCom è già attivamente presente.

Leggi tutto »

Mario Calabresi nuovo direttore de “La Stampa”

Dopo che Giulio Anselmi ha scelto di lasciare la “Stampa”, per approdare alla guida dell’Ansa, l’editore del quotidiano torinese John Elkann ha deciso di affidare la direzione a Mario Calabresi, attuale corrispondente di “Repubblica” da New York. Secondo quanto riferisce il sito primaonline, Calabresi sarebbe già a Torino a discutere i dettagli del suo contratto.

Figlio del commissario Luigi Calabresi, assassinato dal terrorismo nel 1972, quando Mario aveva solo due anni, Calabresi frequentò il corso di laurea in Storia e poi la scuola di giornalismo di Milano, lavorando all’Ansa, a la Repubblica e a La Stampa come cronista parlamentare. Per il quotidiano torinese seguì dagli Stati Uniti gli attentati dell’11 settembre 2001, prima di tornare, nel 2002, al quotidiano fondato da Scalfari.