Chiude il Corriere di Livorno, fallisce il tentativo dell’editore-calciatore Lucarelli

Sembra giunta al capolinea l’esperienza del calciatore del Livorno, Cristiano Lucarelli, come editore di un quotidiano. “Il Corriere di Livorno”, giornale da lui fondato il 9 settembre del 2007, ha annunciato la possibile chiusura dell’attività. La crisi dell’editoria non ha risparmiato nemmeno l’esperimento dell’editore-calciatore.

Ad annunciare la fine delle pubblicazioni è stato lo stesso Lucarelli, in un editoriale (il primo scritto da lui in due anni) comparso sulla prima pagina del quotidiano livornese. “Attualmente – scrive il giocatore – complice la crisi, le copie vendute al di sotto delle aspettative e lo scarso interesse (per paura di ritorsioni) di imprenditori contattati per affiancarmi in questa avventura, mi hanno fatto riflettere sull’eventualità di cessare le pubblicazioni del Corriere di Livorno entro la fine del 2009”.

Leggi tutto »

Su Telepadania arriva il Tg in dialetto

La battaglia della Lega Nord per l’uso dei dialetti arriva all’informazione. Su Telepadania è in programma il primo telegiornale in lingua regionale. Il debutto è previsto per domani, sabato 12 settembre, alle 20.30.

Il Tg sarà presentato da Daniele Belotti, consigliere regionale della Lombardia, e durerà circa 10 minuti. Avrà cadenza settimanale e proporrà come temi in primo piano “tradizioni e vessilli regionali, caccia, trasporti e traffico”. Belotti spiegherà, inoltre, i temi trattati settimana per settimana, da Giunta e Consiglio regionale. La prima edizione sarà in dialetto bergamasco ma a questa ne seguiranno altre in veneto e in piemontese. Tutte, comunque, saranno sottotitolate in italiano.

Leggi tutto »

Crisi, l’allarme della giunta dell’Associazione Stampa Romana

“La Giunta della Associazione Stampa Romana esprime forte preoccupazione per il moltiplicarsi degli stati di crisi e per l’uso spesso strumentale che gli editori tendono a farne“. In un documento Asr spiega che “la grave situazione, economica e occupazionale, in cui versa in nostro Paese non può essere in alcun modo il pretesto per disattendere leggi dello Stato o cancellare anni di conquiste del lavoro. Sempre più spesso, infatti, editori grandi e piccoli si nascondono dietro il paravento di conti per non ottemperare a prassi consolidate come, per esempio, la sostituzione di colleghe in congedo per maternita”.

Così come denuncia i tentativi di “far passare l’innovazione della cassa integrazione oraria che non soltanto snaturerebbe la sana flessibilità della professione, ma finirebbe per far pagare due volte ai giornalisti uno stato di crisi per il quale non hanno responsabilità alcuna”.

Leggi tutto »

Contratto giornalisti, referendum confermativo entro il 15 giugno

FNSIIl Consiglio nazionale della Federazione nazionale della stampa ha dato mandato “alla giunta esecutiva di redigere il regolamento per il referendum” che chiamerà tutti i giornalisti a esprimersi sull’ipotesi di accordo siglata la scorsa settimana con la Federazione italiana editori giornali. Il regolamento dovrà essere “redatto entro aprile” e il referendum “dovrà essere celebrato quanto prima, e comunque non oltre il 15 giugno“.

“Pur non costituendo un obbligo statutario di valore giuridico – spiega il documento approvato ieri dal Consiglio con 38 voti a favore, tre contrari e due astenuti – il referendum sull’ipotesi di contratto rappresenta un impegno politico vincolante per l’insieme del gruppo dirigente federale, che dovrà valutarne gli esiti”.

Il referendum, spiega ancora la Fnsi, “dovrà svolgersi con voto in urne distinte per tipologia di votanti, con modalità omogenee in tutta Italia, con apertura delle urne per almeno 12 ore nell’arco di 36, con scrutinio centralizzato. Stanti le caratteristiche del referendum, lo spoglio delle schede verrà effettuato a prescindere dalla percentuale dei votanti, essendo questa una delle variabili su cui il gruppo dirigente dovrà esprimere la valutazione politica finale”.

Leggi tutto »

Fnsi, Gino Falleri nuovo Segretario generale aggiunto

Gino_falleriGino Falleri è il nuovo Segretario Generale Aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana per i giornalisti collaboratori. Lo ha comunicato la Fnsi che ha specificato che la nomina, decisa dal Segretario Generale Franco Siddi, è stata ratificata all’unanimità dal consiglio nazionale della Fnsi ed è immediatamente esecutiva.

Falleri, consigliere nazionale e già componente della Giunta Esecutiva, arriva alla segreteria federale dopo un lungo impegno negli organismi associativi e istituzionali dei giornalisti: vice segretario dell’Associazione Stampa Romana; vice presidente dell’Ordine dei giornalisti del Lazio; presidente nazionale del Gruppo Uffici Stampa (Gus); più volte componente Fnsi della Giunta Esecutiva Fnsi; saggista e studioso dei problemi dell’informazione, da anni sostenitore di una profonda riforma dell’ordinamento professionale.

Leggi tutto »