Inpgi, ai giornalisti ancora undici anni di pensione. E poi? Incontro casse ministero per trovare una soluzione

Ci sarebbe anche l’Inpgi, l’istituto previdenziale dei giornalisti, tra le casse privatizzate in difficoltà. Il futuro di alcuni enti è incerto e dopo le innovazioni normative varate con la Finanziaria 2007 che ha spostato – ma non per l’Inpgi1 – in avanti (da 15 a 30 anni) le proiezioni attuariali, la previdenza dei professionisti ha bisogno urgente di attuare una serie di riforme proprio per far fronte alla norma della manovra.

Proprio per trovare una soluzione a questi problemi ieri (giovedì 17 settembre) si è tenuto un incontro tra il ministro del lavoro, Maurizio Sacconi e i presidenti dei principali enti previdenziali. Alla riunione, che si è tenuta presso la sede del ministero del Welfare mancava, però, l’Adepp, ovvero l’associazione degli enti privatizzati guidata da Maurizio de Tilla. L’incontro di ieri è venuto dopo una serie di riunioni preparatorie e è stato dedicato “all’esame dei profili formali e sostanziali di stabilità delle Casse di previdenza nel medio-lungo periodo”.

Leggi tutto »

Rai ancora nella bufera: prima puntata di Ballarò cancellata per far posto a Vespa in prima serata

E’ ancora bufera su Raitre e questa volta al centro delle polemiche c’é Ballarò, il programma di Giovanni Floris che doveva tornare martedì prossimo e che viene fatto slittare di alcuni giorni da una decisione della direzione generale della Rai per far spazio ad una prima serata di Porta a Porta su Raiuno in occasione della riconsegna delle prime case ai terremotati di Onna.

Per Floris è un “atto immotivato”, per Vespa un “giusto riconoscimento” per l’impegno di Porta a Porta nella raccolta di fondi per i terremotati. Per la Fnsi invece il governo vuole un “megafono politico” mentre i consiglieri Rai Nino Rizzo Nervo e Giorgio Van Straten parlano rispettivamente di “normalizzazione delle diversità” e di un modo per “compiacere Silvio Berlusconi”. Pier Luigi Bersani rimanda ogni discussione alla manifestazione di sabato prossimo a Roma sulla libertà di informazione e l’altro candidato alla segreteria del Pd, Ignazio Marino, parla di “palinsesti e corretti e riscritti fuori da Viale Mazzini”.

Leggi tutto »

Rai, il Cda approva il bilancio 2008: perdite ridotte

cavallo raiIl consiglio di amministrazione della Rai ha approvato il progetto di bilancio per l’esercizio 2008.

“L’esercizio 2008 del Gruppo Rai chiude con una perdita pari a 7,1 milioni di euro, in linea con il consuntivo dell’esercizio precedente che peraltro non risentiva dell’impatto rilevante degli oneri correlati ai grandi eventi sportivi di Servizio Pubblico (Europei di Calcio e Olimpiadi) per circa 180 milioni di euro”. A sottolinearlo è una nota dell’azienda, che rileva anche come nel complesso i risultati siano “in netto miglioramento rispetto al budget iniziale“.

In linea generale – spiega la nota dell’azienda – il risultato del Gruppo per l’esercizio 2008 risente della pesante flessione degli introiti pubblicitari - verificatasi a partire dall’ultimo trimestre dell’anno – in conseguenza della crisi finanziaria internazionale. Gli introiti da canone hanno viceversa registrato un incremento per l’effetto dell’aumento del canone unitario. In termini complessivi la dinamica dei costi esterni – al netto dei citati eventi sportivi – ha registrato un rilevante decremento rispetto all’esercizio precedente: circa 70 milioni di euro in meno.

Leggi tutto »